Come trovare la migliore lavastoviglie da incasso?

La scelta della lavastoviglie è molto importante per qualsiasi famiglia: individuare l’elettrodomestico che meglio si adatta alle esigenze della casa e della cucina in cui è destinato a essere collocato permette di risparmiare molta fatica e di limitare i consumi. Il mercato, per fortuna, mette a disposizione un vasto assortimento di proposte: per questo motivo è utile, prima di tutto, sapere quali sono i criteri a cui ci si deve affidare e su cui si deve basare la scelta, sempre tenendo conto del budget su cui si può contare. Un aspetto importante, per esempio, è quello della capienza.

La capienza della lavastoviglie

In linea di massima, sono due i formati di lavastoviglie tra cui si può scegliere: il primo è quello dei modelli di 80 cm x 60 cm x 60 cm, mentre il secondo è quello dei modelli di 80 cm x 45 cm x 60 cm. Come si può intuire, la seconda soluzione è indicata per chi deve fare i conti con una metratura limitata in cucina e non ha a disposizione troppo spazio, o semplicemente per le coppie e i nuclei familiari composti da poche persone. Basti pensare che una lavastoviglie grande è testata per dodici o tredici coperti, se non addirittura quindici, mentre una lavastoviglie piccola non può essere adoperata per più di una decina di coperti.

Che si decida di acquistare una lavastoviglie su Yeppon.it o in negozio, una delle caratteristiche da ricercare nell’elettrodomestico su cui si fa affidamento è la presenza del blocco di sicurezza dell’acqua, che ricopre un ruolo molto importante: serve, infatti, a impedire che la cucina si allaghi nel caso in cui l’elettrodomestico subisca un guasto o comunque funzioni in modo non adeguato. Altrettanto importanti sono le spie luminose, che possono essere collocate all’interno o – preferibilmente – all’esterno: permettono di sapere quando è il momento di provvedere alla manutenzione, o più semplicemente se ci si è scordati il sale.

I programmi

Quello dei programmi è un altro criterio decisivo per la scelta di una lavastoviglie: in genere sono almeno due o tre i programmi di lavaggio a disposizione, ma quello che permette di risparmiare energia è l’Eco. A proposito di consumi, le normative europee in materia specificano che la classe energetica di ogni elettrodomestico che viene introdotto sul mercato sia non inferiore alla A. Dare uno sguardo alla classe energetica della lavastoviglie che si è intenzionati ad acquistare non permette solo di rispettare l’ambiente, ma soprattutto garantisce un risparmio economico non indifferente, con bollette meno spaventose.

I modelli

A questo punto, vale la pena di prendere in esame alcuni dei modelli più apprezzati dai consumatori: è il caso, per esempio, di Hotpoint LTB 4B019, che vanta dimensioni di 57 cm x 59.5 cm x 82 cm, con un peso complessivo di 99 chili e una rumorosità di 49 decibel. Il tempo richiesto per un ciclo di lavaggio è di 190 minuti, e le prestazioni sono tutto sommato convincenti. In alternativa si può optare per Miele G 4203 SCU, che pesa appena 46 chili: le dimensioni sono di 80.5 cm x 57 cm x 80.5 cm, mentre la classe energetica è A+. A fronte di una rumorosità di 46 decibel e di un consumo di energia di 299 kilowattore all’anno, si può pensare di acquistare un modello simile, anche per la sua resa estetica molto gradevole in cucina.

Infine, l’ultima proposta che merita di essere valutata è la G 4203 SCi, sempre di Miele: si tratta di una lavastoviglie a scomparsa concepita per quattordici coperti, dotata di protezione per i bambini e di display incorporato. La funzione di partenza differita e l’indicatore del tempo residuo sono due delle peculiarità che contribuiscono ad amplificare la sua praticità e la sua funzionalità.