Riccio Europeo: cosa fare se lo trovi in giardino

Riccio Europeo: cosa fare se lo trovi in giardinoEssendo una specie animale protetta, il riccio europeo, non si può inserire “manualmente” all’interno del proprio giardino. Tuttavia, se capita di incontrarlo nel proprio giardino di casa, dovete sapere che la convivenza tra ricci ed esseri umani è possibile.

Quali sono le indicazioni, i consigli e le cose da sapere per rendere ospitale e confortevole il soggiorno a questi piccoli mammiferi? Anche il sito FaiDaTeInGiardino ci viene incontro dandoci utili informazioni sul riccio europeo.

Cosa fare quando si trova un riccio europeo in giardino: che cosa mangia

Qual è la dieta di questo piccolo e simpatico mammifero? Quello che dovete sapere è un animale onnivoro. Di conseguenza l’alimentazione è molto varia e spazia sia da alimenti vegetali a proteine animali.

Non è cosa rara vederli mangiare dalle ciotole dei nostri amici a quattro zampe dato che adora croccantini e cibo per animali. Non disdegna il nostro cibo come pane e pasta ma è comunque bene evitarlo in quanto in natura non se ne nutrirebbe. Ideale per lui sono le uova, anche crude, ghiande, erbe e radici.

Cosa fare quando si trova un riccio europeo in giardino: che cosa beve

Il riccio in natura soddisfa il suo bisogno di acqua in diversi modi. In primo luogo direttamente dalle sue prede, in alternativa da tutte quelle piccole pozzanghere che vengono formate dalla pioggia e/o dai vegetali. Per lui è di vitale importanza raggiungere un determinato quantitativo di acqua e se la natura gliene priva, potrà vagare per cercare sostentamento.

Quando si trova quindi un piccolo riccio nel giardino di casa propria è bene tenere sempre una ciotola d’acqua per fornirgli un grande aiuto. Attenzione però: se troppa l’acqua nella ciotola si rischia di far affogare l’animaletto oppure di attirare zanzare se non cambiata almeno una volta al giorno.

Come mettere al riparo un riccio in giardino

Generalmente, si tratta di un animaletto un po’ opportunista. Che cosa significa questo? Ce se ne trovate uno nel vostro giardino e si trova in un ambiente favorevole non farà alcuna fatica ad adattarsi a viverci.

Molto apprezzati sono gli ambienti ricchi di foglie e nascondigli in cui può nascondersi e riposare tranquillo. Nel caso in cui vogliate agevolare il suo soggiorno potrete creare un apposito buco o anfratto protetto da alcune foglie: il riccio vi rimarrà all’interno sin quando non arriva il buio.

Riccio europeo: 6 curiosità di cui non eravate a conoscenza

  1. Molto spesso il riccio è soprannominato porcospino…ma non è corretto. In realtà questo termine è più giusto se viene utilizzato per indicare l’istrice, animale davvero raro con la caratteristica di avere il dorso ricoperto di aculei bianchi e neri.
  2. Nonostante a primo impatto possa apparire come un animale impacciato, insicuro e anche un po’ goffo nella sua camminata, il riccio non solo è capace di correre ma anche di nuotare molto velocemente.
  3. Capita la maggior parte delle volte di incontrare uno di questi piccoli animali di notte. Questo perché conduce essenzialmente una vita notturna. Infatti, quasi la totalità delle sue prede, sono molto più abbondanti durante la notte.
  4. I ricci sono animali molto puliti che di solito non portano con sé cattivi odori, come molti altri mammiferi che si possono incontrare in giardino. Il loro segreto? Una dieta sana ed equilibrata.
  5. Insieme ai criceti, questi piccoli e simpatici animaletti sono considerati tra i più intelligenti tra i mammiferi di piccole dimensioni.
  6. Alcuni potrebbero pensare che gli aculei dei ricci possano costituire un problema. La verità è che dipende dal contatto che si instaura con l’animale, se trattato con gentilezza e il dovuto rispetto, gli aculei non saranno un problema.

Che dire, incontrare uno di questi piccoli mammiferi nel vostro giardino non potrà che essere una piacevole sorpresa.