Giardino. Quali fiori coltivare in estate?

L’arrivo dell’estate porta con sé la voglia di godersi le belle serate all’aperto, il richiamo del mare, la gioia dei colori. Perché non scommette sui colori anche nel proprio giardino o sul balcone, dedicandoci alla coltivazione dei fiori più adatti alla nuova stagione?

L’agapanto per un tocco di incanto

La coltivazione dell’agapanto, della quale Tiziano Codiferro svela tutti i segreti nel suo blog, è la prima strada da percorrere per portare in giardino un tocco di colore, che può andare dal lilla al celeste, più o meno intenso. La fioritura di questa preziosa gemma è breve ma straordinaria. Riesce ad arricchire gli spazi aperti, come pochi altri fiori. Tra l’altro, a rendere ancora più speciale questo fiore è la sua pianta che già da sola riesce a fare scena. Le foglie sono folte, brillanti, sempreverdi, capaci di “arredare”. La fioritura, in genere, avviene a luglio ma si può godere della bellezza delle sue foglie tutto l’anno. Solo in caso di rischio gelate, in inverno, è consigliabile riparare la pianta con un telo che la lasci però respirare. Dalla primavera è opportuno concimarla regolarmente e non bisogna, poi, dimenticare che per avere una splendida fioritura è consigliabile porre l’agapanto in una posizione ricca di sole e luce. Passato il peridio della fioritura, poi, è possibile ridurre il numero delle innaffiature fino alla successiva primavera ed è fondamentale intervenire recidendo gli steli, per rafforzare la pianta stessa. Piccola nota di colore, l’agapanto è noto anche con il nome di fiore dell’amore.

Gladiolo, spazio al profumo

Nel giardino estivo non può mancare il gladiolo. Elegante e profumato, con la sua bellezza incanta e riesce a rendere unico ogni spazio aperto. La fioritura estiva rende davvero piacevoli le serate in compagnia, che si arricchiscono della sua speciale fragranza. Nella maggior parte dei casi, siamo abituati a vedere questo fiore troneggiare nelle composizioni floreali. Infatti, molto spesso, viene coltivato proprio per essere reciso e andare a caratterizzare importanti composizioni. E’ bene ricordare, però, che il gladiolo è davvero perfetto per un giardino estivo in piena fioritura, con un profumo persistente e deciso.

Una begonia per colorare tutta l’estate

Lunga la fioritura della begonia. Perfetta per illuminare tutto il periodo estivo e lasciarsi andare all’autunno in compagnia di un tocco di colore, capace di ricordarci i piacevoli momenti della bella stagione. Il giardino estivo non può proprio fare a meno di questo fiore speciale, dai colori vivaci e accesi. Esistono 900 specie diverse di questa pianta e ben 5 diverse colorazioni: bianca, gialla, rosa, arancio e rossa. E’ anche molto facile da coltivare e non richiede cure particolari. La begonia ama la luce ma non l’esposizione diretta, preferisce contesti ombreggiati.

Il geranio, un grande classico

Perfetti per l’estate sono anche i geranei. Non solo balconi, queste piante dai colori vivaci e intensi si t prestano ad arricchire anche spazi più grandi, come giardini o terrazzi. Sono piante molto resistenti, amano il fresco e la mezz’ombra. Tra l’altro sono molto semplici sia da piantare che da curare, anche per questa ragione incontrano il favore di molte persone. E’ una pinata dalle poche pretese ma molto esigente in fatto di terriccio, che deve essere ben drenato, fertile e fresco. Si suggerisce, quindi, di ricoprire il fondo del vaso con uno strato di terriccio universale e ghiaino, proprio per rispondere alle esigenze della pianta.

Vasta scelta, obiettivo: colore

L’offerta estiva di piante e fiori, quindi, si presenta ampia e variegata. Ce ne è, davvero, per tutti i gusti. L’imperativo è: a tutto colore e c’è da scommettere che nessuno rimarrà deluso.