Sistemi di depurazione

Vogliamo parlare in questo articolo dei piccoli impianti di depurazione, quelli che riguardano piccole utenze non collegate e non collegabili alla rete fognaria comunale.

Questi impianti possono essere costruiti nell’orto o nel giardino e sono sempre comunque disciplinati dalla Normativa  per la tutela delle acque dall’inquinamento.

Un piccolo impianto di depurazione è composto da una fossa biologica a due o tre comparti ( per esempio del tipo Imhoff) e da filtri.

Nella fossa biologica avviene la decantazione delle sostanze più pesanti e, attraverso i filtri (ghiaia e sabbia), si depurano i liquami uscenti dalla fossa.

I filtri a loro volta possono essere:

  •     orizzontali o verticali,
  •     interrati o aperti,

Filtri orizzontali

Il filtro orizzontale aperto è come una lunga trincea di ghiaia pietrisco e sabbia sulla quale viene disperso il liquame, tra i tanti, gli svantaggi di questo tipo di filtro sono:

  •     aspetto poco gradevole e cattivi odori:
  •     la necessità di una grande area a disposizione.

Si preferisce proprio per questi motivi il filtro orizzontale interrato, che necessita si, anche lui di una vasta area, la quale però viene coperta da uno stato di terra e dalla vegetazione.

In questo caso il liquame viene distribuito sul filtro, attraverso tubi forati nella parte superiore, e l’acqua così filtrata viene raccolta da un tubo drenante posto nella parte inferiore.

Anche qui gli svantaggi sono:

  •     necessità per norma di un filtro molto lungo e quindi di molta area;
  •     rischio di frequenti intasamenti delle tubazioni;
  •     la depurazione realmente effettuata è incontrollabile.

 

 

 

 

 

 

Filtri verticali

Nel caso dei filtri verticali, vengono costruite delle fosse biologiche dove il corpo filtrante è molto alto (1,5– 2 m).

La superficie sabbiosa del filtro, crea l’ambiente favorevole allo sviluppo di microorganismi aerobici che decompongono le sostanze organiche, lo strato seguente di ghiaia e sabbia invece ritiene le sostanze inorganiche.

L’acqua così depurata viene quindi raccolta sul fondo e può essere incanalata verso una vasca o un piccolo stagno dove può facilmente essere controllata.

È importante aggiungere al filtro di sabbia della limatura di ferro che aiuta notevolmente a trattenere i fosfati, presenti nelle acque grigie. Così come è anche molto importante l’areazione del filtro che, attraverso una buona ossigenazione, evita il ristagno prolungato dei liquami in superficie.

Il risultato di una buona depurazione dipende anche dalla scelta del materiale filtrante, che deve possedere:

  •     Una buona granulosità , ossia non deve essere troppo grossolano perché in questo caso le acque percolano troppo rapidamente e il filtro perde la sua capacità depurativa biologica.
  •     Non deve essere troppo fino, perché in questo caso si provoca un tamponamento del filtro;
  •     La sabbia usata deve avere il più possibile una granulometria uniforme.

La Fitodepurazione

Altro sistema conosciuto è la Fitodepurazione. In questo sistema di depurazione le acque reflue, dopo essere passate attraverso una camera di decantazione (trattamento primario) vengono depurate in vasche (normalmente tre) , riempite al solito con ghiaia pietrisco e terra, solo che, nel caso della fitodepurazione, questi materiali filtranti costituiscono il substrato per piante acquatiche e palustri.

  •     I fondi e i bordi laterali delle vasche, devono essere impermeabilizzati, con argilla, betonite o anche teli di plastica, per evitare le infiltrazioni incontrollate dei liquami nelle falde idriche sotterranee.
  •     Il fondo deve essere inclinato (1-2%) per favorire il deflusso delle acque.
  •     Le vasche hanno una profondità che varia tra i 30 e i 150 cm.
  •     Gli impianti di fitodepurazione devono essere ben dimensionati in rapporto al numero degli utenti (10 m2 a utente).

I vantaggi degli impianti di Fitodepurazione:

  •     Depurazione naturale;
  •     Creazione di nuove aree umide (biotopi);
  •     Poca manutenzione;
  •     Restituzione dell’acqua direttamente alla natura.

Lo svantaggio: La necessità di molto spazio a disposizione.

Link utili:

Per servizi di autospurgo a Milano contattate i nostri partner di www.spurghi.milano.it.