Perlite espansa

  • di

 

Che cos'è la Perlite

Anche la Perlite espansa rientra nella categoria dei materiali termoisolanti naturali di origine minerale.

Viene prodotta dalla frantumazione delle rocce vulcaniche (in origine  porose, vedi Pietre per edilizia) e in seguito, questa polvere di roccia viene trattata alle alte temperature, affinché l’acqua contenuta in esse evapori e la roccia si espanda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In seguito a questo trattamento si formano dei piccolissimi granuli (0-2mm). Venduta in sacchi viene poi insufflata con un macchinario speciale all’interno delle intercapedini, dei sottotetti o mischiata al calcestruzzo a seconda della selezione per granulometria.

Esiste comunque un altro prodotto termoisolante che ha le stesse caratteristiche della perlite espansa, e si chiama iperlite o superlite.

L’iperlite ha una granulometria più grossa (1,7-6mm) ed è più facile da lavorare avendo tra l’altro meno spreco al momento dell’insufflaggio.

Il riempimento delle intercapedini con perlite espansa o superlite deve essere realizzato da personale edile specializzato che si deve proteggere dalle polveri sollevate del materiale, con mascherine e deve essere sufficientemente organizzato per evitare sprechi e dispersioni nell’ambiente.

Come dicevamo, la perlite espansa viene usata anche per alleggerire i calcestruzzi e le malte
E' un materiale termoisolante, idrofugo e adatto all’applicazione in intercapedini.

Altri vantaggi della perlite espansa o iperlite sono:

  •     è imputrescibile;
  •     è incombustibile;
  •     quando non disperso nell’ambiente non crea problemi con la salute degli abitanti;
  •     in caso di demolizione è riutilizzabile, quindi riciclabile;
  •     è smaltibile in discariche per inerti.

L’unico inconveniente dal punto di vista dell’edilizia ecologica è che la perlite espansa e l’iperlite (o superlite) non sono degradabili, e per la messa in opera ha bisogno di macchinari e personale edile specializzato.

 Come vedete nel disegno qua sotto il grande vantaggio dell’insufflaggio è che in caso di ristrutturazione di una parete esistente e relativo isolamento termico questo è possibile attraverso piccoli fori di 8-10 cm, senza dover distruggere e poi ristrutturare un intonaco già esistente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tre granulometrie di perlite espansa (dall’alto):
 

fina: da mischiare per fare calcestruzzi alleggeriti, malte ecc.
 

 

 

 

media: da insufflare nei sottotetti, pavimenti, intercapedini

 

 

 

grossa: per sottofondi alleggeriti termoisolanti