Arredare gli interni in stile minimal: consigli pratici sulla scelta di colori, materiali e forme

Con stile minimal si intende un arredamento ridotto agli elementi essenziali. Lo stile minimal è nato a metà degli anni sessanta e da allora non è mai passato di moda, tanto che oggi sono moltissime le persone che scelgono questo stile ordinato ed elegante.

Perché scegliere degli interni in stile minimal

Lo stile minimal trasmette un’idea di armonia, ordine e pulizia. I colori sono pochi e chiari, con il bianco che la fa decisamente da padrone sulle altre tinte. I vantaggi dello stile minimal sono diversi: non solo la comodità, dato che grazie agli elementi in numero ridotto tutti gli oggetti utili saranno a portata di mano, ma anche il tempo da dedicare alla pulizia delle superfici sarà minore! Inoltre l’estetica della casa ne uscirà senz’altro migliorata grazie all’ordine e alla presenza rilassante del colore bianco. Potete trovare qui degli spunti interessanti ai quali ispirarvi per arredare in stile minimal.

I materiali dello stile minimal

Quali sono i materiali che si prestano per arredare in stile minimal? Per quanto riguarda i pavimenti il legno a tinte chiare contribuisce senza dubbio a dare armonia alla casa e riflette la luce in maniera elegante. Le alternative sono le resine, il microtopping o anche il cemento.
Per gli arredi invece si consiglia di scegliere materiali di buona fattura che possano durare nel tempo e che siano facili da pulire. Tra i migliori troviamo i laccati, il vetro, il corian e il legno, mentre per gli accessori in cucina è preferibile il metallo.

Come disporre i mobili

La disposizione dei mobili è fondamentale per arredare in stile minimal, infatti non solo bisogna scegliere un numero ridotto di mobili, ma si deve anche disporli in maniera tale da valorizzare lo spazio al meglio. Per questo si dovrebbero disporre i pochi elementi lungo le pareti, creando un ambiente pratico e senza ingombri. Si consiglia anche di prediligere le lampade pensili, per evitare di riempire gli spazi tra i mobili.

Elementi essenziali

In un ambiente arredato in stile minimal alcuni elementi all’apparenza secondari possono acquistare una grande importanza. Perché lo stile minimal non si crea solamente con l’acquisto dei mobili o delle decorazioni, ma anche attraverso la scelta di elementi essenziali come maniglie, placche elettriche o lampade. Molte aziende italiane offrono una vasta gamma di prodotti con un design minimal, come BTicino che propone degli eleganti interruttori wireless, oppure Olivari per quanto riguarda le maniglie, o ancora Oluce per le lampade.

La scelta dei colori

I colori possono fare la differenza in un ambiente della casa, per questo lo stile minimal ha le sue regole per sceglierli. Se il bianco è il colore del minimal per eccellenza, è possibile anche optare per altre tinte tenui, come il grigio chiaro, il tortora, ma anche l’ocra. Alcuni interior designer scelgono di accostare il nero alle tinte chiare per creare un effetto elegante di contrasto.

Decorazioni

Arredare in stile minimal non vuol dire rinunciare ad un ambiente accogliente e caldo. Per questo è importante scegliere decori che esprimano la propria personalità e il proprio gusto, senza esagerare con la quantità di elementi. Tra le decorazioni perfette per lo stile minimal troviamo certamente piante, sia da mettere sui mobili che pensili, quadri dalle linee semplici o dai disegni stilizzati, orologi da parete, ma anche cuscini dai colori in tinta con l’ambiente.
In conclusione, stile minimal vuol dire sì ordine e praticità, ma senza rinunciare all’estetica e all’accoglienza nella vostra casa perfetta!